Gruppo di supervisione per professionisti della relazione d’aiuto

Laboratorio permanente di supervisione

Home » Corsi per counselor » Gruppo di supervisione per professionisti della relazione d’aiuto

Gruppo di supervisione per professionisti della relazione d'aiuto

La supervisione è un supporto professionale e uno spazio di rielaborazione delle competenze del Counselor Professionista.

Consiste nel processo di riflessione, comprensione e verifica della propria attività e avviene sia con il supervisore che con l’intero gruppo di partecipanti.

A chi è rivolto

Rivolto a Counselor Professionisti già diplomati con corso di formazione triennale e iscritti alle associazioni di categoria; è riconosciuto da AssoCounseling e fornisce i crediti validi per l’aggiornamento professionale.

Partecipa al Corso

Contenuto

La supervisione è strutturata come un laboratorio permanente proprio per dare la possibilità ai Counselor professionisti di restare in contatto con le dinamiche reali che si incontrano nella professione e di farlo in modo continuativo per tutto l’anno.

Il percorso di supervisione consente di lavorare su differenti livelli:

  • Confronto sulle dinamiche incontrate nello svolgimento dell’attività
    professionale
  • Verifica del proprio progetto lavorativo
  • Elaborazione e comprensione del proprio piano emozionale sia in relazione al cliente sia in relazione al Counselor stesso
  • Elaborazione delle situazioni di impasse
  • Riconoscere quali parti il cliente attiva e da dove provengono

Nel gruppo di supervisione il Counselor descrive la modalità di intervento che ha adottato nella sua pratica lavorativa. In questo ambito ha l’opportunità di riflettere con l’intero gruppo sul proprio agire professionale e condividere il proprio “sentire” all’interno della relazione col cliente.

Il gruppo di supervisione è pensato come un momento di scambio e di condivisione tra Counselor professionisti, rivolto non solo a chi ha situazioni specifiche da portare in supervisione, ma anche a chi essendo alle prime esperienze, ha la necessità di restare in contatto con le dinamiche che avvengono all’interno del setting di Counseling.

Il gruppo di supervisione fornisce un “contenimento” all’interno del quale vengono portati i vari “contenuti” che il Counselor affronta nel proprio esercizio lavorativo.

Metodologia

La metodologia utilizzata si rifà ai precetti del Counseling rogersiano dove, il supervisore accompagna il supervisionato nell’esplorazione delle difficoltà che ha incontrato nella relazione con il cliente.

Obiettivo del supervisore è il benessere sia del cliente che del Counselor. La finalità è quella di aiutare il Counselor ad esplorare il proprio bisogno rispetto alle difficoltà incontrate con il cliente e ad individuare la parte positiva che può sostenerlo nel riprendere contatto con lui.

Ogni volta che si presentino valori e sentimenti delimitanti, il supervisore riflette con il Counselor su quali siano i propri, per poter comprendere dove è lui in relazione a quella specifica situazione portata dal cliente. Ogni emozione del Counselor richiamata da un vissuto del cliente, sarà un’occasione di approfondimento per il percorso personale del professionista stesso.

Partecipa al Corso

Struttura del laboratorio

Il gruppo di supervisione denominato “Laboratorio permanente di supervisione” è attivo tutto l’anno con cicli di 6 incontri ogni 15 giorni, il giovedì alle ore 18:00 in Via della Condotta 12, Firenze

Le supervisioni sono tenute dalla Dott.ssa Roberta Barsotti

Investimento economico

L’investimento economico è di 100 euro per ogni ciclo di sei incontri.

Attestato

Il Laboratorio di Supervisione è riconosciuto da AssoCounseling (CERT-0163-2017), valido ai fini dell’aggiornamento professionale.

Verranno riconosciute e certificate le effettive ore di presenza alla supervisione.

Partecipa al Corso

Informazioni ed iscrizioni

Contattare la scuola ai seguenti recapiti: 055-9361592 oppure 335-420102
email: info@professionalcounselingschool.it

Date

  • 26 settembre
  • 10 ottobre
  • 24 ottobre
  • 07 novembre
  • 21 novembre
  • 05 dicembre

Alle ore 18,00

Docenti

Roberta Barsotti

Psicologa, Pscicoterapeuta, Iscritta all’Ordine degli Psicologi della Toscana Numero 7368. Counselor Supervisor iscritta all’associazione AssoCounseling numero REG-A0055-2009. Da oltre 15 anni si occupa di formazione in Counseling e di supervisione a Counselor professionisti.

ISCRIVITI ORA

Accetto i Termini della Policy Privacy e invio i miei dati ai fini del servizio.

Definizione di Counseling

Il Counseling professionale è un’attività il cui obiettivo è il miglioramento della qualità di vita del cliente, sostenendo i suoi punti di forza e le sue capacità di autodeterminazione.

Il Counseling offre uno spazio di ascolto e di riflessione, nel quale esplorare difficoltà relative a processi evolutivi, fasi di transizione e stati di crisi e rinforzare capacità di scelta o di cambiamento.

È un intervento che utilizza varie metodologie mutuate da diversi orientamenti teorici.

Si rivolge al singolo, alle famiglie, a gruppi e istituzioni. Il Counseling può essere erogato in vari ambiti, quali privato, sociale, scolastico, sanitario, aziendale. Leggi la definizione su www.assocounseling.it

Chi è il Counselor

È un catalizzatore del cambiamento individuale e sociale che crea valore

  • coltiva costantemente in sé curiosità, fiducia e responsabilità
  • pratica un’epistemologia umile ed evita l’autoreferenzialità
  • pratica un ascolto trasformativo della storia personale del cliente
  • sa ascoltare le storie normali senza considerare l’altro come sbagliato
  • crea ponti con le altre professioni per una sostenibilità più ampia del sistema sociale
  • è in grado di comprendere e agire nella contemporaneità e nella multiculturalità
  • è in grado di utilizzare le tecniche adeguate in relazione al contesto e di rispettare la centralità del cliente
  • ha fiducia nel potenziale evolutivo dell’essere umano e ne agevola l’espressione
  • realizza il suo percorso formativo in un equilibrio costante tra teoria, ricerca e pratica esperienziale lungo tutto l’arco della sua vita professionale
  • utilizza tecniche fondate su una prospettiva evolutiva e di apprendimento finalizzate alla realizzazione del progetto di vita del cliente
  • è in grado di personalizzare e adattare in modo creativo le tecniche di Counseling in modo congruente rispetto a sé e al contesto in cui opera

“Carta di Assago” Redatta il 20 marzo 2016 durante il settimo convegno nazionale di AssoCounseling

Partecipa al Corso