Impara l’arte e mettila… nel setting

Home » Workshop di counseling » Impara l’arte e mettila… nel setting

Un approfondimento dei temi base del Counseling attraverso un’osservazione diversa e originale: quella della storia dellʼarte.

Contenimento, accoglienza, empatia, cambiamento, relazione, ascolto, adattamento, non giudizio… elementi che sono il bagaglio di tutti i Counselor professionisti, ma che possiamo affrontare con nuovi e inaspettati punti di vista attraverso lo sguardo della storia dellʼarte.

A chi è rivolto

  • Rivolto a Counselor Professionisti già diplomati con corso di formazione triennale e iscritti alle associazioni di categoria; viene riconosciuto da AssoCounseling e fornisce i crediti validi per l’aggiornamento professionale.
  • Aperto a chiunque sia interessato a un mini percorso teorico-esperienziale, che può essere frequentato anche separatamente come singolo momento di riflessione sull’arte.

Contenuto

Un corso dove lʼarte sarà vissuta ed esperita come strumento di approfondimento dei temi del Counseling e soprattutto di se stessi attraverso una didattica attiva e partecipativa.

Percorso Didattico

Parte prima

Le Icone Bizantine Limitano… Ma Con Affetto
LE ICONE BIZANTINE COME METAFORA DEL SETTING, DEL CONTENIMENTO DEL PROFESSIONISTA E DI QUELLO FUNZIONALE DEL CLIENTE.

Introduzione con una lezione di storia dellʼarte sulle icone bizantine come formula artistica fatta di rigorose strutture concettuali e formali e sui suoi sviluppi fino alla contemporaneità.

Lʼattività sarà esperienziale e creativa e prenderà a modello il processo artistico di produzione di un’icona e sulla base degli elaborati dei partecipanti si attiverà una discussione e approfondimento sui temi che le icone ci riveleranno in corso d’opera.

Parte seconda

Dai Pisano E Giotto A Donatello, Empatizzar Coi Santi Non È Mai Stato Così Bello!
LE IMMAGINI SACRE DI GIOTTO E I PISANO FINO A DONATELLO COME MODELLO DI RAPPORTO EMPATICO TRA LA SANTITÀ E LʼUOMO.
Dalla storia dellʼarte tardomedievale e alla rivoluzione figurativa di Giotto e di Nicola e Giovanni Pisano, che aprono una nuova stagione artistica che arriva fino a Donatello e nella quale la rappresentazione dei santi in chiave umana sia fisica che psicologica riusciva a coinvolgere empaticamente il pubblico.

Questo argomento sarà la base di un attività esperienziale e di una discussione di approfondimento di un tema classico del nostro mestiere: l’empatia.

Parte terza

Nel Giardino Di Boboli Mi Perdo: Ma Quando Esco…
IL GIARDINO DI BOBOLI COME METAFORA ALCHEMICA DELLA METAMORFOSI E DEL CAMBIAMENTO SPIRITUALE.
La lezione inizierà (come inizio o come iniziazione? Chi lo sa!) al giardino di Boboli dove verrà spiegata la forma del giardino e il concetto di giardino nella storia; proseguirà con la proposta di una personale esperienza sensoriale, per terminare in aula, dove avremo l’opportunità di una condivisione approfondendo il tema della metamorfosi con uno sguardo alchemico, inteso come “spiritualità laica” e del cambiamento personale come percorso spirituale interiore.

Calendario

Da definire

Investimento economico

La quota di partecipazione è di 80 euro a singolo incontro, frequentabile anche
separatamente.

È richiesta l’iscrizione alla Associazione che ha un costo di 50 euro.

Codice IBAN della scuola intestato a: Professional Conseling School –
IT56O0842502804000031196512

Attestato

Verranno riconosciuti i crediti formativi in base alle giornate frequentate.

Informazioni ed iscrizioni

Contattare la scuola ai seguenti recapiti: 055-9361592 oppure 335-420102
email: info@professionalcounselingschool.it

Docente

Maurizio Faggi

Maestro d’Arte presso l’Istituto d’Arte di Firenze, Laureato in Lettere e Filosofia, Laureato in Scienze Etnoatropologiche, Professional Counselor accreditato AssoCounseling (REG-A1040-2013) insegnante e formatore di italiano e storia dell’arte, responsabile delle attività culturali in Istituti di lingua e cultura italiana per stranieri.

ISCRIVITI ORA

Accetto i Termini della Policy Privacy e invio i miei dati ai fini del servizio.

Definizione di Counseling

Il Counseling professionale è un’attività il cui obiettivo è il miglioramento della qualità di vita del cliente, sostenendo i suoi punti di forza e le sue capacità di autodeterminazione.

Il Counseling offre uno spazio di ascolto e di riflessione, nel quale esplorare difficoltà relative a processi evolutivi, fasi di transizione e stati di crisi e rinforzare capacità di scelta o di cambiamento.

È un intervento che utilizza varie metodologie mutuate da diversi orientamenti teorici.

Si rivolge al singolo, alle famiglie, a gruppi e istituzioni. Il Counseling può essere erogato in vari ambiti, quali privato, sociale, scolastico, sanitario, aziendale. Leggi la definizione su www.assocounseling.it

Chi è il Counselor

È un catalizzatore del cambiamento individuale e sociale che crea valore

  • coltiva costantemente in sé curiosità, fiducia e responsabilità
  • pratica un’epistemologia umile ed evita l’autoreferenzialità
  • pratica un ascolto trasformativo della storia personale del cliente
  • sa ascoltare le storie normali senza considerare l’altro come sbagliato
  • crea ponti con le altre professioni per una sostenibilità più ampia del sistema sociale
  • è in grado di comprendere e agire nella contemporaneità e nella multiculturalità
  • è in grado di utilizzare le tecniche adeguate in relazione al contesto e di rispettare la centralità del cliente
  • ha fiducia nel potenziale evolutivo dell’essere umano e ne agevola l’espressione
  • realizza il suo percorso formativo in un equilibrio costante tra teoria, ricerca e pratica esperienziale lungo tutto l’arco della sua vita professionale
  • utilizza tecniche fondate su una prospettiva evolutiva e di apprendimento finalizzate alla realizzazione del progetto di vita del cliente
  • è in grado di personalizzare e adattare in modo creativo le tecniche di Counseling in modo congruente rispetto a sé e al contesto in cui opera

“Carta di Assago” Redatta il 20 marzo 2016 durante il settimo convegno nazionale di AssoCounseling

Partecipa al Master